14 novembre 2017

Diabete e paradontite.

Sorriso spento e sangue dolce, tutta colpa del diabete

Allarme degli esperti, la parodontite può essere una spia della malattia

Se il sorriso non brilla più, le gengive sono gonfie e sanguinanti o peggio i denti iniziano a muoversi potrebbe non trattarsi solo di problemi dentali, ma essere una spia del diabete. Viceversa, se si soffre di diabete è opportuno tenere sempre d’occhio le gengive. Fra le due patologie esiste infatti una stretta correlazione, ma ancora tenuta in poca considerazione.   

Gli esperti lanciano l’allarme in occasione della Giornata mondiale del diabete del 14 novembre e invitano alle prevenzione. In Italia 5 milioni di persone soffrono di diabete o prediabete e il 30-40% è colpito anche da una forma di malattia parodontale, che può comportare un aggravamento del quadro clinico e un peggioramento della salute generale. Si tratta di 1,5-2 milioni di persone che convivono sia con il diabete, sia con la parodontite, un’infiammazione dei tessuti che sostengono il dente.

Come dimostrano gli studi più recenti, un diabetico ha infatti un rischio 3 volte più elevato di sviluppare un’infiammazione alle gengive. “La maggior parte dei pazienti non è consapevole della correlazione tra le due patologie – spiega Alessandro Crea, della Società Italiana di Parodontologia e Implantologia – la prevenzione parte proprio da una maggiore consapevolezza e da un’attenzione ad individuare sul nascere i segnali spia”.

NB : 

Si ricorda che nella nostra città, Livorno, esiste un rapporto di collaborazione tra U.O.C. di Diabetologia e U.O. Odontostomatologia per l’esame ed il controllo dell’affezione dei denti.

 

Ti piace questo post?

Altre storie

Oltre 1 milione di italiani non sa di avere in Diabete

DIABETOLOGIA | REDAZIONE DOTTNET | 12/02/2019 Quasi il 65% delle persone con diabete si colloca nella fascia di età pari o superiore ai 65 anni  I numeri del diabete sono in aumento in tutto il mondo e l’ Italia non fa eccezione: in particolare, negli ultimi 10 anni i malati, nella popolazione...

L’obesità aumenta di 6 volte il rischio di ammalarsi di diabete

DIABETOLOGIA | REDAZIONE DOTTNET | 16/09/2019 Cattivi stili di vita e genetica sono pericolosi ma in misura minore L’obesità aumenta di sei volte la probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2: è questo il principale fattore di rischio, molto più ‘pericoloso’ anche della predisposizione genetica e dei cattivi stili di vita,...

Diabete tipo 1 – troppi errori nelle diagnosi

  Oltre il 40% dei casi si verificano dopo i 30 anni, ma in molti casi viene diagnosticato erroneamente come diabete 2 Non solo una malattia di bambini e ragazzi, come comunemente si è portati a pensare: il diabete 1 ha la stessa prevalenza anche negli adulti. Oltre il 40%...

Categorie

Newsletter

Iscriviti alla newsletter.

Privacy: Acconsento al trattamento dei dati personali