31 agosto 2019

Diabete: inutili gli integratori con omega-3 da olio di pesce

DIABETOLOGIA | REDAZIONE DOTTNET | 26/08/2019

Studio: non danno alcun nessun beneficio

Chi ha il diabete di tipo II non dovrebbe essere incoraggiato a prendere integratori a base di omega-3 da olio di pesce perchè anche se non sono dannosi, di sicuro non danno alcun beneficio.

Molto meglio assumere queste sostanze consumando direttamente il pesce: è la conclusione di uno studio dell’università dell’East Anglia, pubblicato sul British Medical Journal, in cui sono state passate in rassegna oltre 80 ricerche. 

I ricercatori hanno riscontrato che gli omega-3, di cui è ricco l’olio di pesce, ha poco o nessun effetto sulla diagnosi di diabete e il metabolismo del glucosio.

C’erano timori che questi integratori potessero danneggiare le persone con diabete di tipo II – spiega Lee Hoper, coordinatore dello studio – rendendo più difficile il controllo del glucosio. Ma chi ce l’ha o è a rischio di svilupparlo, può anche avere alti livelli di trigliceridi, un tipo di grassi nel sangue, che gli omega-3 hanno dimostrato di poter ridurre. 

Non abbiamo trovato alcun danno nè beneficio”. Si tratta, secondo lo studio, solo di “prodotti costosi”. Se qualcuno è a rischio di diabete – conclude Hoper – ci sono molti modi migliori di spendere i soldi, come l’attività fisica”.

fonte: British Medical Journal

Ti piace questo post?

Altre storie

I diabetici percepiscono meno il dolore dell’infarto

Ecco perché gli attacchi sono più fatali Chi ha il diabete non avverte allo stesso modo degli altri i sintomi dell’infarto, come quello classico di un dolore acuto al petto. Li percepisce in maniera differente, più attenuata, e questo offre una possibile spiegazione del perché in chi ha questa...

Diabete, i nuovi farmaci sono efficaci anche con le malattie cardiache

DIABETOLOGIA | REDAZIONE DOTTNET | 20/01/2021 Gli antagonisti del cotrasportatore sodio-glucosio 2 (SGLT2) agiscono a livello del tubulo renale I nuovi farmaci per la cura del diabete di tipo 2, gli antagonisti del cotrasportatore sodio-glucosio 2 (SGLT2), agiscono a livello del tubulo renale riducendo il riassorbimento di glucosio e sodio con...

Diabete, farmaco stimola le staminali in malati affetti da retinopatia

DIABETOLOGIA | REDAZIONE DOTTNET | 06/09/2021 Avogaro: “comprendere il meccanismo di un trattamento è un passo fondamentale per permetterne un suo utilizzo su larga scala” Il fenofibrato, un farmaco utilizzato per il trattamento degli elevati livelli di trigliceridi, è in grado di stimolare il livello delle cellule staminali nei pazienti affetti da...

Categorie

Newsletter

Iscriviti alla newsletter.

Privacy: Acconsento al trattamento dei dati personali