9 febbraio 2021

Diabetologia, a Livorno Adal OdV dona una poltrona da 7mila euro

Diabetologia, a Livorno Adal dona una poltrona da 7mila euro

Una poltrona destinata alla cura del cosiddetto “piede diabetico” dal valore di circa 7mila euro è stata donata dalla Associazione diabetici area livornese (Adal) al reparto di Diabetologia guidato dal primario Graziano Di Cianni.

Una poltrona destinata alla cura del cosiddetto “piede diabetico” dal valore di circa 7mila euro è stata donata dalla Associazione diabetici area livornese (Adal) al reparto di Diabetologia guidato dal primario Graziano Di Cianni.

“Il nostro reparto – spiega Di Cianni – ha in carico circa 12mila pazienti. Molti di questi hanno la possibilità di sviluppare una delle criticità cliniche più frequenti legata alle problematiche nella vascolarizzazione dei piedi. Per questo la poltrona di ultima generazione donata dalla Adal permette, grazie alla professionalità della nostra podologa, Michela Amendolia, di migliorare non solo il posizionamento rendendolo più comodo e personalizzato per il paziente, ma anche la nostra capacità di intervento e quindi la qualità del servizio offerto. Di questo dobbiamo ringraziare ancora una volta Adal e in particolare il suo presidente Antonio Benigni che non perde mai occasione per sostenere i nostri sforzi”.

“La donazione di oggi – conferma il presidente Benigni – come quella recente di un’apparecchiatura per la cura dei piedi diabetici è stata resa possibile grazie ai fondi raccolti fra i  nostri associati e le generosità dei livornesi che hanno voluto devolvere alla nostra associazione il loro 5 per mille. Siamo da sempre molto attenti alla gestione e prevenzione delle criticità dei piedi nei pazienti diabetici. Per questo, con l’occasione, ricordiamo di rivolgersi sempre a professionisti qualificati come i podologi evitando di ricorrere a figure che non abbiano competenze sanitarie. Tant’è che la nostra associazione ha stipulato una convenzione con un team di podologi che possano rispondere in modo professionale alle richieste dei pazienti”.

 

Ti piace questo post?

Altre storie

Creata una insulina in pasticche.

Entro 3-5 anni i primi test clinici DIABETOLOGIA | REDAZIONE DOTTNET | 26/06/2018 Potrebbe in futuro sostituire le iniezioni per regolare la glicemia Più vicini all’insulina in pasticche per il diabete. Creata, infatti, una formulazione orale dell’insulina che potrebbe in futuro affiancare o sostituire le iniezioni cui sono ogni giorno...

Diabete : una mutazione genetica è la causa del tipo 1.

  Diabetologia | Redazione DottNet | 13/09/2017 17:08 Anche la premier britannica Theresa May colpita dalla malattia Una specifica predisposizione genetica è la causa dell’insorgere del diabete di tipo 1 anche in età’ adulta: avere alcune varianti genetiche può cioè determinare l’insorgenza della malattia. A dimostrarlo, per la prima volta,...

Roma : Impiantati su tre pazienti sensori per glucosio.

Diabete: sensori di glucosio impiantati in pazienti a Roma  | Redazione DottNet | 26/07/2017 17:13 Sono collegati con lo smartphone per il monitoraggio continuo della glicemia Un sensore impiantato sotto la pelle può monitorare in tempo reale l’andamento della glicemia, con un migliore controllo del diabete. Ne sono convinti i...

Categorie

Newsletter

Iscriviti alla newsletter.

Privacy: Acconsento al trattamento dei dati personali