La nostra storia

La storia …………..
alcune famiglie livornesi con bambini e giovani con diabete insulino dipendente, dopo una serie di incontri decidono di fondare l’8 marzo 1978, con atto notarile, l’Associazione per l’aiuto ai giovani diabetici della regione Toscana denominata “A.G.D. Regione Toscana”, registrata al Tribunale di Livorno il 30 giugno 1978. I rappresentanti eleggono Antonio Benigni Presidente. L’associazione dal 1979 al 1981, con il contributo dei Consorsi Socio-Sanitari, istituisce e gestisce in Livorno tre ambulatori dove un medico del Centro Diabetologico dell’Università di Pisa (dott. L. Benzi) gratuitamente visita i diabetici, mentre, A.Benigni effettua controlli istantanei della glicemia con i primi reflettometri, vengono distribuite gratuitamente siringhe sterili da insulina, insegnate le prime regole dell’Autocontrollo, consegnando strisce reattive per controllo della glicemia ed il primo materiale informativo.

Nel 1981 i presidenti delle Associazioni per l’aiuto ai giovani Diabetici di Arezzo (A.Bindi), Grosseto (R.Bernabò) e Livorno (A.Benigni), fondano, con atto notarile, la Federazione Regionale Associazioni Toscane Diabetici (F.T.D.) ed il presidente dell’AGD Livorno (A.Benigni) ne diventa Presidente, carica che mantiene per 11 anni. Sempre nel 1981 i Presidenti delle tre A.G.D. toscane (Arezzo, Grosseto, Livorno), insieme ad altre associazioni di diabetici d’Italia fondano la Federazione nazionale Diabete Giovanile ( F.D.G ) con l’intento di divenire l’unico interlocutore nazionale per il diabete in ètà pediatrica nei confronti delle istituzioni sia locali che nazionali. Il Presidente dell’AGD di Livorno, A. Benigni, nel tempo ne ricopre tutti gli incarichi più importanti collaborando attivamente alla stesura di quella che diverrà poi la legge sul diabete (Legge. n. 115 del 16.03.1987 ). Lo stesso A.Benigni collaborerà con il prof. R. Navalesi ed altri diabetologi toscani alla la stesura ed alla approvazione della legge regionale per il diabete ( n.49 del 12.08.1989). La Regione Toscana con delibera n. 815 del 05.02.1990, istituisce la Commissione Regionale delle attività Diabetologiche,come organo consultivo della Giunta Regionale e nomina A. Benigni come uno dei componenti.

Nel 1992 l’associazione si ritira dalla Federazione Regionale Associazioni Toscane Diabetici – F.T.D. per l’impossibilità di accettare le nuove regole statutarie, promosse da alcune associazioni, che di fatto impediscono l’elezione alle cariche F.T.D. dei genitori dei bambini e giovani con diabete che ne erano stati i fondatori. Nel 1994 l’associazione aggiorna lo statuto per adeguarlo alle nuove disposizioni della legge sul volontariato ( n. 266 dell’11 agosto 1991) , assumendo la denominazione di “Associazione per l’assistenza ai giovani ed adulti dell’area livornese” detta, “A.G.D.A.L.– Livorno”. Nel 1996 il Comune di Livorno riconosce l’associazione come ente di utilità sociale e la inserisce nel registro del Volontariato Comunale .

Nel 1998 l’associazione inizia a collaborare con il Serv. di Diabetologia dell’Ospedale di Livorno e con il suo responsabile dott. D. Barbaro, realizzando numerosi convegni e corsi di informazione ed educazione, mantenendo però nel contempo la collaborazione con il Centro Regionale di Riferimento per il Diabete dell’adulto di Pisa.

Nel 2001, la Provincia di Livorno Settore 4/Servizi Sociali, con Decreto n. 13, del 12 aprile 2001 inscrive l’associazione nell’Albo Regionale del Volontariato come ”onlus”- organizzazione non lucrativa di utilità sociale e per tale motivo assume l’acronimo di “A.G.D.A.L. Livorno Onlus”. Nel luglio 2001 aderisce al Centro Nazionale per il Volontariato ed il 16 luglio 2002 firma un protocollo di intesa e collaborazione con l’Az.USL/6 di Livorno ottenendo nel gennaio 2005 un locale all’interno della struttura ospedaliera per lo svolgimento dell’ attività statutaria e tale protocollo viene poi rinnovato negli anni.

Nel giugno 2006 l’A.G.D.A.L. Livorno Onlus abbandona la Federazione nazionale Diabete Giovanile ( F.D.G.) perché non condivide più le intenzioni del gruppo dirigente nell’ambito della ricerca e del reperimento fondi. Nel 2007, lo statuto associativo viene aggiornato per adeguarlo alle organizzazioni “no profit” e viene cancellato il logo originario della “colombina”. Nell’agosto 2007 aderisce a “Diabete Forum” raggruppamento nazionale di associazioni di soggetti con diabete, mantenendo i rapporti con le associazioni A.G.D. della Toscana che continua a rappresentare nella Commissione Regionale. Nell’aprile 2010 viene aggiornato lo statuto per la registrazione all’Agenzia delle Entrate.

L’associazione è componente la Consulta Provinciale del Volontariato e della Consulta dell’Associazionismo creata dall’Az.USL/6 di Livorno. Nel giugno 2010 l’ASL/6 istituisce l’U.O.C di Diabetologia e Malattie Metaboliche nominando Direttore il dott. G.Di Cianni con il quale, dati i precedenti rapporti quando era al C.R.R.D. di Pisa, si instaura da subito una ottima collaborazione. Il Direttore concede all’associazione un locale all’interno della struttura del Poliambulatorio, ove poter svolgere attività di supporto. Nel dicembre 2010 l’associazione decide di rientrare a far parte della Federazione Regionale ass.ni Toscane Diabetici (F.T.D.) e collabora con le Associazioni della provincia.

Attività dell’Associazione
 fin dalla sua costituzione è stata presente nella Pediatria di Livorno in accordo con il Primario dell’epoca, prof. L.Vizzoni ed ha collaborato attivamente perché fosse istituito il Centro multizonale per il diabete in età evolutiva previsto dalla L. Reg. n.49/1989 e attuato con la Del. USL .n.2853 del14.12.1990. Ha realizzato numerose iniziative anche a livello regionale per far conoscere il problema diabete nei bambini e nei giovani e per aiutare e sostenere genitori e familiari al momento della diagnosi. Ha donato alla Diabetologia Pediatrica un P. C. ed una stampante; lo strumento DCA. 2000 per l’esame istantaneo dell’Emoglobina Glicosilata; un Holter Glicemico per il controllo in continuo della glicemia per consentire la personalizzazione della terapia insulinica ; un programma informatico per la creazione di diete bilanciate ; libri per la biblioteca interna anche in lingua araba e cinese.
□ nel 2002, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno, acquista una apparecchiatura per l’esame non invasivo della retina “Retinografo” che viene dato in comodato d’uso alla Diabetologia per la prevenzione delle complicanze oculari dei diabetici. Lo strumento, non più utilizzato è stato poi ceduto ad una organizzazione no profit per l’Africa.
□ dal giugno 2010, con l’istituzione della U.O.C. Aziendale di Diabetologia e Malattie Metaboliche diretta dal dott. Di Cianni, inizia una collaborazione molto attiva anche con tutta l’equipe diabetologica, con la quale si realizzano numerose iniziative. L’associazione ha donato un Ultra Biotensiometro per la valutazione della neuropatia diabetica; un P.C.portatile con proiettore; un Holter Pressorio; un Defribillatore; un Dopplex Ability per la valutazione della circolazione periferica e numerose altre attrezzature.
□ ha contatti con la Direzione Generale e Sanitaria dell’ASL di Livorno, per favorire il miglioramento della gestione dei servizi e delle prestazioni offerte ai soggetti con diabete, facendo riferimento alle Linee Guida della Diabetologia Regionale ( Commissione Regionale) e quelle nazionali e delle Società scientifiche di riferimento. Collabora anche con i diversi Servizi e con le altre strutture ospedaliere che hanno riflessi verso la diabetologia. Ha formalizzato la sua sede in ambito ospedaliero.
□ ha rapporti con il Centro di Riferimento Regionale per il diabete in età adulta dell’Az. Ospedaliera Univ. Pisana – Cisanello al quale ha donato un Server per la gestione delle cartelle cliniche.
□ ha rapporti con il Centro di Riferimento Regionale per il diabete in età pediatrica dell’ Ospedale Meyer di Firenze e con altre strutture sanitarie regionali.
□ sia da sola che in collaborazione con le strutture sanitarie locali, ha promosso e realizzato convegni, incontri, dibattiti, corsi di Educazione Sanitaria e Autocontrollo con la presenza di relatori locali e di fama nazionale, con lo scopo di mantenere sempre viva l’attenzione delle istituzioni, delle strutture sanitarie pubbliche e private e dei media, sulle problematiche del Diabete verso le più recenti acquisizioni in campo medico e scientifico.
□ non tralascia l’impegno per favorire il superamento di quelle barriere e di quelle discriminazioni che ancora tutt’oggi permangono in molti campi della vita civile, vedi scuola, sport, attività lavorative, patenti di guida, patenti nautiche, ecc.
□ nella sua attività quotidiana cerca, anche con esempi di vita vissuta dei suoi rappresentanti, di comunicare la fiducia su come sia possibile, seguendo l’Autocontrollo, gestire autonomamente e con un minimo impegno il proprio problema utilizzando al meglio i presidi forniti dal S.S.N. in modo da poter vivere una vita attiva e normale.
□ fornisce, presso la sua sede in ambito ospedaliero, materiale didattico ed informativo sia per l’Autocontrollo che per la prevenzione e cura delle complicanze che ricerca presso le aziende farmaceutiche del settore, presso Associazioni di diabetici e/o Organizzazioni di volontariato regionali e nazionali con le quali è in stretto contatto.
□ fornisce ai soci che ne fanno richiesta, piccole attrezzature, aghi per penna, lancette pungi dito, reflettometri , sensori per la glicemia ed altri piccoli presidi.
□ ha aderito a campagne di aiuto ai paesi dell’Africa inviando insulina, siringhe e reattivi per autocontrollo in Congo. Su richiesta della C.R.I. Delegazione di Pisa ,ha fornito siringhe, reflettometri e reattivi per la Bosnia, ricevendone un riconoscimento nazionale. Ha inviato insieme ad altre Associazioni italiane, insulina in Argentina e materiali per diabetici in occasione del sisma dell’Abruzzo del 2009.
□ collabora con il Comune di Livorno, con la Provincia di Livorno, con le Farmacie Comunali e Private ed altre organizzazioni di volontariato locale per campagne di prevenzione e sensibilizzazione della popolazione e con iniziative per la Giornate Mondiali Diabete.
○ □ in collaborazione con la U.O.C. di Diabetologia, ha stipulato nel 2015 una convezione biennale con l’USL6 per l’attuazione del progetto “Prevenzione della malattia cardivascolare in pazienti diabetici residenti nell’ambito USL.6 “ nel quale 2 medici cardiologi ed un medico internista, affiliati all’associazione, effettuano visite ed accertamenti in ambito U.O.C. Diabetologia di Livorno.

I responsabili per il periodo 2016 – 2018 sono:

Presidente: Antonio Benigni 
Vice presidente: Giuliana Grifoni
Consiglieri : Carmela Di Marzo – David Pinna Corda – Isabella Sartori – Paolo Benigni – Valeria Bacciarelli .
Segretario verbaliz. : Isabella Sartori
Controllore amministrativo : David Pinna Corda
Revisori Conti: Paola Baldaccini – Roberto Tagliaferri, Walter Raffaelli.

Per ulteriori informazioni :

tel/fax/seg.tel presidenza: 0586/86727 – cell. 3396290542
tel/fax/seg.tel sede in ospedale : 0586/223353
cell. v. presidenza: 338 6164828
sito Internet agdalivorno.it
e-mail : agdalivorno@alice.it
c/c postale: 11836574
c/c Banca Popolare Livorno Ag.n.4
IBAN : IT.49.S.05034.13901.000000366187
Codice Fiscale: 80018740490

Contatti con la cittadinanza, escluso i festivi:
telefonando al 3396290542 oppure 0586.867279 in alternativa al 3386164828.
Gli incontri si tengono presso il presidio ospedaliero area ex Pronto Soccorso e in U.O.C Diabetologia 3° piano Poliambulatorio padiglione 24.

Giugno 2016.

Ti piace questo post?

Categorie

Newsletter

Iscriviti alla newsletter.

Privacy: Acconsento al trattamento dei dati personali