22 marzo 2018

Diabete, una colazione più energetica fa perdere peso.

Endocrinologia | Redazione DottNet | 19/03/2018

Studio tra pazienti obesi, in tre mesi persi 5 chili

Per obesi e pazienti con diabete di tipo 2 una colazione molto energetica fa perdere peso, migliora il diabete e fa diminuire la necessità di insulina. E’ quanto emerge dallo studio presentato a Chicago, nel convegno annuale della Società americana di Endocrinologia.

“Questo studio mostra che, in pazienti con diabete di tipo 2, trattati con insulina e obesi, una dieta con tre pasti al giorno, consistente in una grande colazione, un pranzo medio e una piccola cena, ha avuto molti effetti rapidi e positivi rispetto alla dieta tradizionale”, ha commentato l’autrice principale dello studio, Daniela Jakubowicz, docente di medicina all’Università di Tel Aviv.

“Il nostro metabolismo del corpo cambia durante il giorno: una fetta di pane consumata a colazione porta a una minore risposta glicemica ed è meno ingrassante di una stessa fetta di pane consumata alla sera”, ha aggiunto.

Sono stati studiati 18 uomini e 11 donne con obesità e diabete di tipo 2, trattati con insulina e con un’età media di 69 anni. 

Un gruppo (chiamato Bdiet) ha mangiato tre pasti: una ricca colazione, un pranzo di media grandezza e una piccola cena.

Il secondo gruppo (6Mdiet) ha seguito una dieta tradizionale per il diabete e per la perdita di peso: sei piccoli pasti distribuiti uniformemente durante il giorno, compresi tre spuntini.

A tre mesi, mentre il gruppo Bdiet ha perso 5 chili, il gruppo 6Mdiet ne ha guadagnati 1,4.

fonte: ansa

Ti piace questo post?

Altre storie

Diabete e paradontite.

Sorriso spento e sangue dolce, tutta colpa del diabete Allarme degli esperti, la parodontite può essere una spia della malattia Se il sorriso non brilla più, le gengive sono gonfie e sanguinanti o peggio i denti iniziano a muoversi potrebbe non trattarsi solo di problemi dentali, ma essere una spia...

Coronavirus: prognosi più grave per i pazienti con iperglicemia

ENDOCRINOLOGIA | REDAZIONE DOTTNET | 26/08/2020 Anche se non diabetici vanno trattati con cure mirate L’iperglicemia, a prescindere da una condizione di diabete conclamato, si associa a una prognosi più grave nei pazienti affetti da Covid-19. Lo rivela uno studio condotto all’Università di Pisa e dall’Azienda ospedaliero universitaria pisana pubblicato sulla rivista...

Diabete: creato il calcolatore del rischio insufficienza renale

DIABETOLOGIA | REDAZIONE DOTTNET | 24/09/2020 Lo studio è stato condotto in Puglia ed è frutto di una ricerca presentata dai giovani ricercatori della Società italiana di diabetologia Si chiama “Metscore” ed è un ‘calcolatore’ che permette di valutare il rischio di insufficienza renale nei pazienti che soffrono di diabete di...

Categorie

Newsletter

Iscriviti alla newsletter.

Privacy: Acconsento al trattamento dei dati personali