25 settembre 2018

Farmacie in campo contro il Diabete : Diaday dal 12 al 18 nov. 2018

FARMACIA | REDAZIONE DOTTNET | 18/09/2018

L’iniziativa si svolgerà in concomitanza della giornata mondiale del diabete del 14 novembre

 Misurare la glicemia in farmacia per scoprire per tempo se eventualmente si soffre di diabete. Lo si potrà fare dal 12 al 18 novembre, con la seconda edizione di Diaday, campagna nazionale di screening del diabete . 

L’iniziativa si svolgerà in concomitanza della giornata mondiale del diabete del 14 novembre e come spiega Marco Cossolo, presidente di Federfarma, è un indicatore importante del “ruolo delle farmacie nella prevenzione primaria, cioè quella che permette di evidenziare un cittadino con un problema di salute e che non sa di averlo. La farmacia è insostituibile perché ci entrano anche le persone sane”.  Come lo scorso anno, verranno proposte un’autoanalisi gratuita della glicemia, un questionario anonimo convalidato a livello scientifico per valutare il rischio di sviluppare diabete nei successivi 10 anni, ma la novità di questa edizione è rappresentata dal fatto che verranno rilevate informazioni sull’aderenza alla terapia prescritta dal medico a chi è diabetico.

“La sanità non è una merce, è un diritto – spiega Silvia Pagliacci, presidente del sindacato unitario del farmacisti rurali (Sunifar) – l’obiettivo è portarla anche nelle farmacie più fragili , quelle rurali, nelle quali mettere il cittadino nelle stesse condizioni delle grandi città”. 

Nel 2017 la campagna è stata realizzata in quasi 6mila farmacie e sono state sottoposte allo screening 160.313 persone (60%donne, 40% uomini, l’82% con più di 44 anni) in soli 11 giorni. Sono stati individuati oltre 4415 diabetici che non sapevano di esserlo e quasi 19mila casi di prediabete. In generale, di tutti i diabetici (19mila dei quali sapevano già di esserlo), il 64% ha più di 64 anni e il 19% tra i 55 e i 64, ma l’1,95% ha meno di 34 anni. La campagna ha finora ricevuto il patrimonio di Fofi (Federazione ordini farmacisti italiani), Fnomceo (Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri), Amd (Associazione medici diabetologi), Sid (Società Italiana di diabetologia) e Cittadinanzattiva.

Ti piace questo post?

Altre storie

Diabete : una mutazione genetica è la causa del tipo 1.

  Diabetologia | Redazione DottNet | 13/09/2017 17:08 Anche la premier britannica Theresa May colpita dalla malattia Una specifica predisposizione genetica è la causa dell’insorgere del diabete di tipo 1 anche in età’ adulta: avere alcune varianti genetiche può cioè determinare l’insorgenza della malattia. A dimostrarlo, per la prima volta,...

La non aderenza alla terapia può essere scambiata per il fallimento della cura.

Diabetologia | Redazione DottNet | 25/09/2017 14:25 Troppe prescrizioni di farmaci in seconda linea sono spesso inappropriate Nei pazienti con diabete la non aderenza alle terapie prescritte contro l’iperglicemia è molto comune e i medici spesso potrebbero scambiarla per un fallimento del farmaco ‘di prima linea’, la metformina, prescrivendo così quelli...

Il coronavirus potrebbe favorire lo sviluppo del diabete

INFETTIVOLOGIA | REDAZIONE DOTTNET | 03/09/2020 Il caso di un giovane con SARS-CoV-2 asintomatico divenuto diabetico Il coronavirus potrebbe influenzare la funzione del pancreas favorendo lo sviluppo del diabete: lo suggerisce il caso di un giovane paziente con infezione da SARS-CoV-2 asintomatica, che si è ammalato di diabete autoimmune o insulino-dipendente...

Categorie

Newsletter

Iscriviti alla newsletter.

Privacy: Acconsento al trattamento dei dati personali